Digital Soft Skills: cosa sono e perché dovresti svilupparle

cosa-sono-le-digital-soft-skills

Hai appena scoperto che l’azienda per la quale hai sempre sognato di lavorare è a caccia di nuovi dipendenti e ricerca proprio la tua figura professionale.

In men che non si dica, hai già pronto il curriculum e stai per inviarlo. Ma proprio sul più bello, ti imbatti nella voce in cui ti si chiede di dire quali digital soft skills possiedi. 

Buio totale, l’entusiasmo si spegne e non hai idea di cosa scrivere. Ecco, siamo qui per dirti di non preoccuparti perché abbiamo pensato di realizzare quest’articolo proprio per chi, come te, si trova in questa situazione.

Adesso siediti, continua a leggere e preparati a imparare tutto quello che c’è da sapere sulle digital soft skills.

Cosa si intende per digital skills

Secondo la definizione dell’Unione Europea per digital skill si intende: “abilità di base nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione: l’uso del computer per reperire, valutare, conservare, produrre, presentare e scambiare informazioni nonché per comunicare e partecipare a reti collaborative tramite Internet” (fonte: soloformazione.it).

Le digital skills, in parole povere, non sono altro che le competenze digitali, comprese quelle più semplici, come essere in grado di accendere un computer, creare un documento, gestire le email, usare i motori di ricerca, scaricare e inviare documenti, compreso l’utilizzo dei social network.

Ovviamente, però, in relazione al mondo del lavoro, quando si parla di digital skills, si fa riferimento a qualcosa di più ampio e di più significativo rispetto a delle mere azioni svolte davanti a un computer.

Per cominciare a entrare nello specifico dunque, possiamo suddividere le digital skills in hard e soft skills.

digital-skills
Technology photo created by rawpixel.com – www.freepik.com

Differenza tra hard skills e soft skills

Le specifiche competenze in un determinato ramo tecnologico, costituite da un mix capacità e conoscenze, che occorrono per poter ricoprire un determinato ruolo professionale prendono il nome di hard skills.

Un programmatore informatico, ad esempio, deve per forza di cose conoscere i principali linguaggi di programmazione, come html e JavaScript.

Si tratta quindi di skills che possono essere valutate semplicemente leggendo il curriculum.

Le soft skills, al contrario, sono difficili da individuare leggendo un CV. Si tratta infatti di attitudini che hanno più a che fare con il modo di vivere, interpretare e considerare il proprio lavoro.

Le soft skills oggi più richieste dalla maggior parte delle aziende sono la capacità lavorare in team, l’attitudine al problem solving la flessibilità e, soprattutto, la voglia di continuare ad apprendere e di aggiornarsi costantemente.

Digital soft skills: cosa sono?

Sono tutte quelle competenze che hanno a che fare col digitale. Al contempo, esse però non sono per forza legate a una professione digitale, come quella di un web developer o un data scientist. Si tratta, come già accennato, di competenze di tipo comportamentale che permettono alle persone di saper usare in modo efficace e coinvolgente i nuovi strumenti digitali. Tra tali competenze rientrano, per esempio, la capacità di risoluzione di problemi tecnici, l’identificazione dei propri gap in fatto di competenze digitali, la tutela della privacy e dei dati in relazione all’utilizzo dei social media, la ricerca di informazioni in rete per la realizzazione di contenuti digitali.

digital-soft-skills
Technology photo created by rawpixel.com – www.freepik.com

Le digital soft skills più richieste

Dopo aver parlato delle soft skills in senso lato, è giunta l’ora di definire e analizzare nello specifico quelle che oggi vengono denominate digital soft skills. Se le soft skills riguardano competenze di tipo comportamentale e attitudinale, le digital soft skills (come dice la parola stessa) si concentrano esclusivamente sulle capacità in ambito digitale. Questa sfera, che negli anni scorsi era piuttosto trascurata nel nostro Paese, ha man mano catturato l’attenzione del mondo del lavoro, tant’è che nei concorsi pubblici, alle prove orali, è quasi sempre prevista una fase di accertamento delle capacità informatiche.

Ma, detto ciò, ora ti starai sicuramente chiedendo quali siano queste digital soft skills più richieste.

Per tale motivo abbiamo riassunto per te le quattro più importanti, che sono: Knowledge Networking, Virtual Communication, Digital Awareness, Self Empowerment.

Questi nomi non ti dicono niente? Bene, allora andiamo ad analizzare queste digital soft skills una ad una.

Knowledge Networking

Con questa espressione si intende indicare la conoscenza della rete, ovvero la capacità di organizzare e capitalizzare la connessione tra reti e comunità virtuali. Con l’avvento di alcuni siti e, soprattutto, social network focalizzati essenzialmente sull’interazione umana, come per esempio Facebook, YouTube, LinkedIn e tanti altri ancora, abbiamo assistito a un mutamento sociale non indifferente. Il tutto si traduce nel fatto che oggi la comunicazione e lo scambio di informazioni non avvengono più all’interno di ristrette cerchie di conoscenti, ma possono essere indirizzati a determinati soggetti o a gruppi più o meni vasti di persone.

knowledge-networking
Business photo created by jannoon028 – www.freepik.com

Virtual Communication

Tradotto letteralmente sta per “Comunicazione Virtuale”. Sì, perché anche la capacità di saper comunicare in maniera efficace attraverso i canali digitali rientra tra le digital soft skills. Per farlo occorre essere in grado di utilizzare i diversi canali messi a disposizione dal web.

Digital Awareness

Con digital awareness si fa riferimento alla capacità di saper gestire gli strumenti digitali a prescindere dai supporti a disposizione, sia che si tratti di personal computer, smartphone o tablet.

Letteralmente tradotta come “consapevolezza digitale”, difatti tale capacità può portare a trarre una vera e propria consapevolezza dell’impatto del digitale sul mondo del lavoro e sulla vita di tutti i giorni.

Self Empowerment

L’ultima delle quattro digital soft skills. Si riferisce alla capacità di saper risolvere problemi complessi attraverso un utilizzo consapevole degli strumenti digitali.

In questo caso, dovrai essere in grado di identificare i bisogni e le risposte tecnologiche ma anche i gap di competenza digitale.

self-empowerment
Business photo created by marymarkevich – www.freepik.com

Conclusione

Il mondo del lavoro è cambiato e cambia velocemente. 

Le soft skill esistono in una dimensione temporale a sé e quando trovano un nuovo scenario finiscono con l’adattarsi al caso specifico. 

Le digital soft skill sono solo l’ultimo adattamento di queste competenze (che da millenni definiscono il successo degli individui) alle tecnologie che usiamo tutti i giorni.

Probabilmente in un futuro ci ritroveremo a insegnare la leadership a una intelligenza artificiale, o a dover comunicare efficacemente tramite stimolazione trans encefalica; e saranno solo nuove tecnologie a servizio della nostra “vecchia arte”: le soft skills. 

Intanto, vale la pena arricchire il CV di competenze digitali e dare l’opportunità alle aziende di scoprire il tuo valore: se pensi di voler aggiungere le Digital Soft Skills, queste sono un buon punto di partenza.

Pin It on Pinterest

Share This